Caricamento, attendere per favore.

Guarda questi prodotti alternativi

           
 

TACHIPIRINA GOCCE

Cod: 012745081


Questo farmaco non può essere acquistato on.line ma solo presso la nostra parafarmacia ( punto vendita di Fano ).

In alternativa guarda i prodotti sopra proposti.

Composizione :   1 compressa = paracetamolo 500 mg. 1 bustina = paracetamolo 500 mg o 125 mg. 100 ml di sciroppo = paracetamolo 2,4 g. 100 ml di gocce orali, soluzione = paracetamolo 10 g. 1 supposta = paracetamolo 125 mg o 250 mg o 500 mg o 1000 mg supposte: paracetamolo 0,125 g - 0,250 g - 0,500 g e 1 g ECCIPIENTI: <>: cellulosa microcristallina, povidone, sodio carbossimetilcellulosa, magnesio stearato, silice colloidale; ; <>: maltitolo, mannitolo, sodio bicarbonato, acido citrico , sodio docusato, aroma agrumi, aspartame <>: saccarosio, saccarina, sodio citrato, metile p- -idrossibenzoato, potassio sorbato, polietilenglicole, acido citrico, aroma fragola, aroma mandarino, acqua depurata; <>: glicole propilenico, glicerolo, alcool, sodio citrato, sodio metabisolfito, saccarina, aroma agrumi vaniglia, acqua depurata <>: gliceridi semisintetici

Indicazioni Terapeutiche :   come antipiretico: trattamento sintomatico di affezioni febbrili quali l'influenza, le malattie esantematiche, le affezioni acute del tratto respiratorio, ecc. Come analgesico: cefalee, nevralgie, mialgie ed altre manifestazioni dolorose di media entita', di varia origine

Controindicazioni :   ipersensibilita' al farmaco. I prodotti a base di paracetamolo sono controindicati nei pazienti affetti da grave anemia emolitica. Grave insufficienza epatocellulare. La somministrazione delle bustine, contenenti aspartame, e' controindicata nei casi di fenilchetonuria

Interazioni :   l'assorbimento per via orale del paracetamolo dipende dalla velocita' dello svuotamento gastrico. Pertanto, la somministrazione concomitante di farmaci che rallentano (ad es. anticolinergici, oppioidi) o aumentano (ad es. procinetici) la velocita' dello svuotamento gastrico puo' determinare rispettivamente una diminuzione o un aumento della biodisponibilita' del prodotto. La somministrazione concomitante di colestiramina riduce l'assorbimento del paracetamolo. L'assunzione contemporanea di paracetamolo e cloramfenicolo puo' indurre un aumento dell'emivita del cloramfenicolo, con il rischio di elevarne la tossicita'. L'uso concomitante di paracetamolo (4 g al giorno per almeno 4 giorni) con anticoagulanti orali puo' indurre leggere variazioni nei valori di INR. In questi casi deve essere condotto un monitoraggio piu' frequente dei valori di INR durante l'uso concomitante e dopo la sua interruzione. Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto (per esempio rifampicina, cimetidina, antiepilettici quali glutetimmide, fenobarbital, carbamazepina). Lo stesso vale nei casi di etilismo e nei pazienti trattati con zidovudina. La somministrazione di paracetamolo puo' interferire con la determinazione della uricemia (mediante il metodo dell'acido fosfotungstico) e con quella della glicemia (mediante il metodo della glucosio-ossidasi-perossidasi).